Santa Chiesa Aristotelica Italica

Palazzi Arcivescovili e Congregazionali della Santa Chiesa Aristotelica Italica
Gioco Regni Rinascimentali
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 Incontro tra l’Arcivescovo e Pio di Camster

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Incontro tra l’Arcivescovo e Pio di Camster    Lun Giu 13, 2011 10:47 pm

Don Pio arrivo al Palazzo Arcivescovile di Firenze per incontrare e conoscere il neo Arcivescovo di Firenze. Don Pio era in Ottima condizioni era felice di rivedere la sua Terra Madre. Con lacrima di felicità entro nel Palazzo e si reco alla Sala di Accoglienza per poi la incontrare l’arcivescovo di Firenze.
Torna in alto Andare in basso
Ciambellano

avatar

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 13.06.11

MessaggioTitolo: Re: Incontro tra l’Arcivescovo e Pio di Camster    Lun Giu 13, 2011 11:01 pm

Bonomico, il Ciambellano di Palazzo, appena informato dell'arrivo di un presbitero in Arcivescovato, corse immediatamente ad accoglierlo...

Salve e benvenuto, padre. Il mio nome è Bonomico Gualducci e sono il Ciambellano del Palazzo Arcivescovile. Venite qui con uno scopo preciso o solo per dare un'occhiata?

e attese che il parroco prendesse parola
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Incontro tra l’Arcivescovo e Pio di Camster    Mar Giu 14, 2011 12:31 am

Piacere Bonomico Gualducci, il mio nome e Pio di Camster, detto Don Pio.
Sono qui perche avevo chiesto udienza al neo Arcivescovo che mi disse di recarmi al Palazzo arcivescovile. E ora mi tocca aspettarlo.

Ma ditemi come e di carattere? Che Persona e?
Torna in alto Andare in basso
Ciambellano

avatar

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 13.06.11

MessaggioTitolo: Re: Incontro tra l’Arcivescovo e Pio di Camster    Mar Giu 14, 2011 1:03 am

Bonomico osservava quell'uomo che gli parlava di un incontro con l'Arcivescovo e annuiva. Alla domanda, rispose:

Beh, padre.. non so dirvi con esattezza che uomo sia, dato che è da poco che è stato eletto Arcivescovo. Mi pare tuttavia una persona che ha piacere a incontrare gli altri; forse sorride un po' troppo e mi ricordo che mia madre mi diceva di dubitare da chi sembra sempre troppo buono.. sono convinto che insieme alla sua aria conciliante possa coesistere un carattere inflessibile.. Oh, ma parlavamo giusto di lui ed eccolo che compare lì in fondo alla sala. Attendetemi qui, per cortesia.

Bonomico fece un inchino al parroco e si diresse zelante verso l'Arcivescovo che era sbucato fuori da una porta in fondo alla sala. Parlò con lui per qualche minuto e dopo si congedò. L'Arcivescovo invece si dirigeva verso Don Pio..
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Eliogabalo
Arcivescovo Metropolita
avatar

Messaggi : 147
Data d'iscrizione : 15.12.10

MessaggioTitolo: Re: Incontro tra l’Arcivescovo e Pio di Camster    Mar Giu 14, 2011 1:10 am

Eliogabalo si avvicinò al parroco che lo attendeva in una delle sale di rappresentanza del Palazzo Arcivescovile. Teneva le mani unite e poste sopra il ventre e procedeva a grandi passi lenti e decisi. Giunto al cospetto dell'uomo, lo salutò allargando le braccia:

Padre Pio di Camster, benvenuto! Con vero piacere ricevo la vostra visita qui a palazzo; sono stato molto colpito dalla vostra missiva e incuriosito anche: cosa spinge un uomo a lasciare la terra in cui vive da diverso tempo? Ditemi, padre Pio di Camster, avete fatto buon viaggio? Oh, che scortese, di sicuro vorrete sedervi - si guardò intorno - ecco! guardate, possiamo sederci lì in fondo, vi faccio strada.

Eliogabalo accompagnò Don Pio vicino a un divanetto dove sedette e lo invitò a sedere. Un messo intanto stava portando loro due coppe di vino.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Incontro tra l’Arcivescovo e Pio di Camster    Mar Giu 14, 2011 6:31 pm

Don segue il Vescovo presso il Divanetto e si siede.

Eccellenza chiamatemi Don Pio o Padre Pio. Il Viaggio fin dora e stato molto bene ho incontrato delle Persone lungo il mio camino e andato tutto bene.

Sulla vostra domane perche ho laicato il Paese in cui ho vissuto per molti anni. E molto facile mi sono stancato molto di vivere in un paese lontano da casa. Voglio ritrovare la mia Famiglia mio Padre e mia Mamma. Voglio vivere la vera Religione Aristotelica e no una finta come la vivono i Tedeschi con Regole e norme che a Roma sono sconosciute. Ormai da molti mesi rivesto la carica di Vice Prefetto per li studi per il distretto tedesco. In quella posizione sì e responsabili dei Seminari Diocesani. Riconosciuto da Roma ma non dalla chiesa Tedesca. Ho lanciato la Baviera perche, non ne potevo più di tutte le menzogne, bugie, racconti male sulla mia persona etc. E queste cose sono state fatte o coperte dagli più alte carice della Chiesa Tedesca.
Io non dico che sono perfetto ho anch’io i miei sbagli, ma so ammettere di avere sbagliato.

Dopo un pochissimi giorni che avevo lasciato la mia Parroccia e ero giunto a Sione con una Menzogna alla KAP che non avevo mai avverato e mai detto dove mi dirigevo scrivono che io predi da ora in poi la Parrocchia di Firenze, non era stato parlato di questo con sua Eminenza Giarru.
Chiedo su questo sbaglio una scusa o rimedio e mi viene fatto causa perche avverrei offeso con il mio comportamento tutta la chiesa tedesca. Il 10.06.1459 mi anno buttato fuori dalla chiesa tedesca. Allora ero già a Alessandria in provincia di Milano e non avevo più la possibilità di scrivere qualcosa. Le Persone certe volte possono essere molto cattive, pur se non sai cosa li abbi fatto ti odiano, pur di chiedendo scusa di continuano a odiare. Cosa gli o fatto di male di meritare tutto questo?

Anzi mi volevano anche scomunicare dalla chiesa come me a riferito un Amico.

Inverdita, non sono stato mai accentato tra loro, ora sull’ territorio del HADK non mi e più possibile essere Sacerdote o Parroco

E cosi chiese a Sua Eminenza Giarru se aveva qualche Parrocchia o Diocesi vuota per me, prima che accadesse tutto gio. E questo solo perche dovevano andare in Viaggio, e se dovevo traslocare che doveva succedere?


Don dovete prendere un fazzoletto e asciugare le lacrime
Torna in alto Andare in basso
Eliogabalo
Arcivescovo Metropolita
avatar

Messaggi : 147
Data d'iscrizione : 15.12.10

MessaggioTitolo: Re: Incontro tra l’Arcivescovo e Pio di Camster    Mar Giu 14, 2011 10:32 pm

L'Arcivescovo ascoltò con molta attenzione il racconto del parroco tedesco e il suo volto si rabbuiò nel sentire quella storia. Sospirò alla fine del racconto e, prendendo una coppa di vino, la offrì al parroco

Ecco, bevete, Don Pio, rinfrancatevi un poco il corpo. La vostra storia mi addolora molto. Ho già avuto modo di parlare col Vicario della Diocesi di Pistoia, Monsignor Vaaliant, e sarebbe disposto ad accogliervi. Se per voi non è un'offesa, vi proporrei un periodo di prova, per vedere come vi trovate a fare il parroco in un luogo straniero e di altra lingua differente dalla vostra. Che ne dite?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Vaaliant
Vescovo
avatar

Messaggi : 57
Data d'iscrizione : 02.02.10

MessaggioTitolo: Re: Incontro tra l’Arcivescovo e Pio di Camster    Gio Giu 16, 2011 1:25 am

Proprio in quel momento, il Vicario uscì dall' ufficio dell'economato, prospicente al salottino, con in mano qualche plico da visionare, e in compagnia del suo segretario Diocesano.

Voltantosi dopo aver chiuso la porta, notò l'Arcivescovo seduto in compagnia di un presbitero, del quale però non aveva mai visto il volto prima.. doveva con tutta probabilità trattarsi del sacerdote tedesco che egli gli aveva segnalato ..


"Buongiorno Eccellenza" gli disse toccandosi il petto .. "tutto bene qui?"


Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Eliogabalo
Arcivescovo Metropolita
avatar

Messaggi : 147
Data d'iscrizione : 15.12.10

MessaggioTitolo: Re: Incontro tra l’Arcivescovo e Pio di Camster    Gio Giu 16, 2011 2:15 am

Eliogabalo sentì che qualcuno lo salutava e gli chiedeva se tutto andasse bene. Si voltò e riconobbe il Vicario della Diocesi di Pistoia, Monsignor Ludovisi. Si alzò e con le mani fece per prendere quelle del Vicario

Monsignore! Parlavo proprio di Voi! Ecco, venite, vi presento Don Pio...

Lo fece avvicinare al parroco e gli raccontò per sommi capi la storia di quell'uomo di chiesa. Quando ebbe finito, aggiunse

Dunuqe, Monsignore, che dite? Pensate che potremmo offrire ospitalità a Don Pio nella parrocchia di Pistoia? Ovviamente voglio che siate voi ad avere l'ultima parola, poiché voi conoscete meglio di me le necessità della parrocchia, ma sarebbe bello dimostrare la nostra accoglienza..

Detto ciò, l'Arcivescovo prese un altra coppa di vino e la offrì al Vicario
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Vaaliant
Vescovo
avatar

Messaggi : 57
Data d'iscrizione : 02.02.10

MessaggioTitolo: Re: Incontro tra l’Arcivescovo e Pio di Camster    Gio Giu 16, 2011 11:51 pm

Con la mano destra leggermente aperta e protesa in avanti, come segno di disponibilità, il Vicario ascoltò tutta la storia di buon grado e guardando di tanto in tanto il parroco sorridendo..

Quando l'Arcivescovo ebbe concluso, rispose :


Certo Monsignore, fatelo pure venire da me, ho sempre bisogno di qualcuno che mi possa aiutare, e una persona con una certa esperienza è un bene prezioso del quale non posso che ringraziare l'Altissimo

Domani mattina lo attendo nel mio ufficio per avere modo di conoscerlo e di scambiarci quattro chiacchere.


Così dicendo, riprese il suo plico, salutò come si conviene e si diresse alla sua carrozza che lo attendeva nei giardini del Palazzo Arcivescovile, per raggiungere la sua sede Diocesana.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Incontro tra l’Arcivescovo e Pio di Camster    Ven Giu 17, 2011 9:45 am

Don prese la coppa di vino e ne prese un sorso grande. Penso quando e mancato questo vino dalla sua vita. Ora che era Tornato nella sua Terra Madre si sentiva già molto meglio.

Ma Monsignor la mia Lingua Madre e l’italiano, pero accetto la vostra offerta chi vuole sempre un momento di Prova perche mi devo incardinare nel Paese Italiano. Per me che sono un italiano non e tanto difficile.

Pio vede arrivare il vicario generale della Diocesi di Pistoia.

Lei deve essere Monsignor Vaaliant piacer io sono Don Pio o Padre Pio come preferisce.



((Scusate mi ero completamente scordato. Scusate anche li errori che faccio a scrivere e il risultato quando un italiano vive da molti anni in una terra straniera.))
Torna in alto Andare in basso
Eliogabalo
Arcivescovo Metropolita
avatar

Messaggi : 147
Data d'iscrizione : 15.12.10

MessaggioTitolo: Re: Incontro tra l’Arcivescovo e Pio di Camster    Ven Giu 17, 2011 1:05 pm

Eliogabalo ascoltò il Vicario dare la sua disponibilità e restò con la coppa di vino in mano che avrebbe voluto offrirgli, ma della quale lui, forse per la fretta, sembrava proprio non essersi accorto.
Dopo aver sentito anche le ultime parole di Don Pio, poggiò la coppa su un tavolino accanto e rispose:


Don Pio, vogliate scusarmi. Avevo creduto che voi foste di origini italofone nel senso che qualche vostro antenato lo fosse stato; ma allo stesso tempo credevo - dato l'accento germanico - che voi foste nato proprio in terre tedesche. Mi scuso per l'errore..
Tornando a noi, dunque il Vicario vi attende a Pistoia. Andatelo a trovare e vedrete che troverete il luogo in cui poter ricominciare da capo. Fatemi sapere quando verrete collocato nelle vostre nuove funzioni, così vi darò un lasciapassare per le sale dell'Arcivescovato. Adesso purtroppo devo andare: Pace e bene carissimo.


E dicendo così, lo congedò.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Incontro tra l’Arcivescovo e Pio di Camster    

Torna in alto Andare in basso
 
Incontro tra l’Arcivescovo e Pio di Camster
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Santa Chiesa Aristotelica Italica :: Vice Primazia del Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicæ :: Arcidiocesi del Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicæ :: Arcidiocesi Metropolitana di Firenze :: Sala Accoglimento Fedeli-
Vai verso: